personal trainer

Rubrica a cura di Nicola Ferrari



Introduzione agli schemi di allenamento

Quando ho iniziato a praticare l’atletica leggera sul serio, nel 1969, non esisteva un’ampia letteratura sulle tecniche di allenamento, ed anche gli allenatori si basavano più sulla loro esperienza diretta che su fatti scientifici. Ciò che c’era e che ancora c’è di buono nell’ambito dell’atletica leggera, è la preparazione di base, argomento totalmente ignorato da chi oggi si dedica alle gare su strada, e purtroppo ciò si ripercuote inevitabilmente sul rendimento atletico, sull’efficacia e l’estetica del gesto e sulla salute degli atleti, spesso oggetto di infortuni. Quanto sopra, per dire che gli schemi di allenamento che vedete, seppur ben fatti e molto semplici da comprendere, sono pur sempre schemi che riguardano esclusivamente l’allenamento specifico per la corsa, cioè allenano in maniera specifica le gambe, l’apparato cardio circolatorio e respiratorio. Di schemi analoghi, ne trovate tanti, buoni e meno buoni, anche su internet! Ma ricordate che ciò che fa la differenza è la preparazione di base, ossia dapprima la correttezza del gesto atletico, e poi l’allenamento di tutti i distretti muscolari, non solo le gambe! Per quanto riguarda la correttezza del gesto, ossia la postura durante la corsa, c’è da dire che molti credono che per correre sia sufficiente mettersi un paio di scarpe e andare. Non è così! La corsa è uno sport e come tale ha le sue regole dalle quali non si può prescindere! O si corre bene, oppure non è corsa!
Analogamente, l’allenamento di braccia, addominali, glutei, muscoli del tronco, muscoli della respirazione, etc. è di fondamentale importanza!
Postura e preparazione di base, fanno una differenza enorme tra chi corre soltanto e chi dedica del tempo a queste importantissime esercitazioni.
Costruireste la vostra casa partendo dal tetto anziché dalle fondazioni?
Buoni allenamenti a tutti!
Nicola


2019-11-25 09:04:52 FERRARI NICOLA dice:
2019-09-17 15:20:59 MEMMO VALENTINO dice: Buongiorno Sig. Nicola, avrei bisogno di alcuni consigli in merito al mio obiettivo che è quello di fare una mezza maratona in un ora e 30 minuti. Io mio miglior tempo sulla mezza e’ 1h 33min fatta a San Benedetto nel 2018, mentre l’ultima l’ho fatta in 1h e 35 a maggio di quest’anno ad Alba Adriatica. Che tipologia di allenamenti dovrei fare ?sono alto 170 Cm e ho un peso di circa 65kg. La ringrazio in anticipo. Valentino.

Programma annuale



INTRODUZIONE



2019-11-22 21:16:28 VIELE VINCENZO dice: un programma per mezze

SCHEDA N.1



SCHEDA N.2



SCHEDA N.3



SCHEDA N. 4



SCHEDA N.5



SCHEDA N.6



Risposta


Ciao Valentino, scusa l'enorme tempo trascorso dalla tua domanda. I dati che mi hai fornito non sono sufficienti per stilare un programma, comunque ieri ti ho visto correre e mi sono fatto una mezza idea sulla tua impostazione di corsa e le tue possibili potenzialità fisiologiche. Per il resto è meglio se ci sentiamo al telefono, chiamami magari la sera intorno alle 9, così parliamo un po'. Di seguito il mio numero: 3351343645. Ciao.